Melanzane con un tocco in più (semplicissime!)

Lo so, lo so, conosco tante persone a cui le melanzane non piacciono. Sarà perché spesso ci sono dei semi troppo grossi? Sarà perché “pizzicano”? Non lo so, resta il fatto che invece a me piacciono (anche se ripeto che prediligo le zucchine).

Questa ricetta è semplicissima, davvero, e la preparava mia nonna soprattutto nelle sere d’estate quando spuntava – dopo le giornate al mare – la classica domanda “Sono stanca, e ora cosa cucino?”. Versatili, ottime come contorno, diventano una valida alternativa a piatti complicati e sono salutari, e volendo possono anche essere uno di quei piatti – da fare davvero in cinque minuti cinque – per riutilizzare avanzi (quello spicchio d’aglio lasciato a metà, quel pezzo di pane raffermo, le ultime foglie di prezzemolo…).

Ingredienti: 2 melanzane di media grandezza (più piccole sono e meno semi si trovano), prezzemolo q.b., aglio (va bene anche l’aglio liofilizzato), fiocchi di sale, pan grattato.

melanzane sulla griglia @ la cucina del bosco

melanzane sulla griglia @ la cucina del bosco

Procedimento: togliere “cima e coda” alle melanzane e tagliarle a fette. Io le preferisco “lunghe”, ma anche le fette rotonde ovviamente vanno bene, e cuociono prima. Mia nonna le faceva sempre tonde per impilarle 🙂
Tagliandole a fette con una mandolina vengono del giusto spessore, ma va bene anche tagliarle un po’ più doppie con un coltello ben affilato. Per coloro cui non piace la buccia si possono anche sbucciare prima.
Posizionare una bistecchiera di ghisa sul fornello a fiamma alta di modo da riscaldarla. Cospargere il fondo con un pizzico di fiocchi di sale. Porre le fette di melanzana, cospargerle di poco prezzemolo, e grigliarle da entrambi i lati. Se sono troppo doppie, schiacciarle piano con una forchetta.
Una volta cotte, metterle in un piatto da portata e cospargere con un trito di prezzemolo, pan grattato, aglio tritato (o un pizzico di aglio liofilizzato). Ripetere per ogni “tornata” di fette di melanzane.
Se piace, nel trito si può mettere anche un po’ di parmigiano grattugiato, o di pepe.
Cospargere con un filo d’olio a crudo (pochissimo!).
Si possono anche conservare in frigo e durano un paio di giorni al massimo.
Sono ottime per un aperitivo 🙂

melanzane pronte! @ la cucina del bosco

melanzane pronte! @ la cucina del bosco

Polpette di lenticchie

Ed eccoci di nuovo, stavolta con le polpette di lenticchie, preparate sempre per l’aperitivo vegetariano a Spazio.

La ricetta mi è stata ispirata dal famoso piatto indiano (ma non solo) chiamato dahl. Il dahl è un piatto fondamentale della cucina indiana a base di lenticchie, e solitamente si accompagna al riso basmati, cotto e non condito.
Il dahl è ricco di spezie ma ogni ricetta è diversa dall’altra.
Sostanzialmente, le polpette di lenticchie sono una versione “polpetta” del dahl 😉

lenticchie e condimento nel boccale del Bimby

lenticchie e condimento nel boccale del Bimby

Ingredienti (per circa 10 polpette):
100 grammi di lenticchie rosse decorticate bio
una patata grande (o due/tre patate novelle)
mezza cipolla rossa (facoltativa) o erba cipollina
uno spicchio d’aglio (o aglio in polvere)
prezzemolo fresco (o congelato)
olio evo q.b. (facoltativo)
curry
semi di sesamo
foglie di menta fresca (preferibilmente, se no anche secca va bene)
zenzero (fresco o in polvere)
peperoncino
pangrattato q.b. o farina di riso

purea di lenticchie pronta con foglie di menta fresca

purea di lenticchie pronta con foglie di menta fresca

Procedimento: lavare le lenticchie e scolarle. Non hanno bisogno di ammollo in quanto decorticate.
Sbucciare e tritare l’aglio e la cipolla, poi farli soffriggere in poco olio evo; unire il curry, mescolare e insaporire.
Unire le lenticchie e le patate, insaporire con sale e peperoncino, aggiungere poco prezzemolo; versare un bicchiere riempito per tre quarti di acqua tiepida (se preferite con un po’ di dado vegetale homemade), e cuocere per 20/25 minuti circa.
Inserire nel boccale del Bimby lenticchie e patate, aggiungere lo zenzero, l’erba cipollina e le foglie di menta. Un minuto velocità 7. Se l’impasto fosse troppo liquido aggiungere mezzo cucchiaino di agar agar o un cucchiaio di pangrattato. Io ho utilizzato un pangrattato fatto con farina di riso, per cui senza glutine, ma con semi di lino e sesamo.
Formare delle palline, passarle nella farina di riso (un velo!) e distribuirle sulla leccarda coperta di carta da forno. Se piace, condire con un filo d’olio.
Cuocere in forno già caldo a 180°/200° per circa 20 minuti, girandole a metà cottura.

polpette pronte! ottime anche fredde ;-)

polpette pronte! ottime anche fredde 😉