In giardino e nell’orto

Come riciclare i rifiuti con i lombrichi
Oggigiorno il problema dei rifiuti è molto sentito, poiché il loro smaltimento è difficoltoso, oneroso e spesso inquinante. Esiste un metodo, però, naturale e poco costoso, per smaltire e riciclare i rifiuti di origine organica (rifiuti alimentari domestici, letame di allevamenti animali, vegetali marcescenti, etc.) ed è quello di somministrarli ai lombrichi.

Pensate che su un quotidiano americano si leggeva più di vent’anni fa questa notizia: “Possiamo prendere alcune tonnellate di rifiuti tritati, cospargerli su terreno esaurito e ararlo, mettervi dei vermi in ragione di cinque o dieci per piede quadro (poco meno di 10 cm. quadrati), e in tre o quattro mesi avere uno strato di suolo fertile di parecchi centimetri, il più ricco ed il più nero che abbiate mai visto”.

È recente invece la proposta di un assessore all’ambiente in Belgio che vorrebbe donare alle famiglie di una cittadina un kit per lo smaltimento dei rifiuti alimentari, consistente in una cassetta di terriccio con lombrichi, che si può mettere anche sul balcone di casa.

L’utilizzo di lombrichi per decomporre i rifiuti alimentari è molto diffuso negli Stati Uniti, in Giappone e pure in Cina. Anche in Europa progetti dimostrativi hanno evidenziato lo straordinario potere dei lombrichi, che hanno trasformato in fertilizzante i rifiuti urbani rendendo produttivi campi agricoli impoveriti.

Se si decide di usare lombrichi per riciclare i rifiuti casalinghi e ottenere humus da usare nell’orto e nel giardino occorre sapere che si possono somministrare come cibo scarti di frutta e verdura, avanzi vegetali, di carne, di pesce e di formaggi, fondi di caffè, lettiera di gatti e cani, sfalci d’erba e perfino cartone e fazzolettini di carta.
Le sostanze che invece non vanno mai somministrate sono quelle di natura plastica, i metalli, la carta di riviste e giornali, perché contiene inchiostro, ed il legno trattato con vernici o solventi.

[articolo tratto da Vita in Campagna 1/2011 di M.B., pag. 66]

Qui invece un suggerimento su come realizzare una compostiera per uso domestico:

[grazie a Kia]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...