Foto!

Finalmente alcune foto degli aperitivi offerti da La Cucina del Bosco a Spazio per Me:

aperitivo Cuore+Cuore

aperitivo Cuore+Cuore

 

aperitivo giornata "Con le donne, per le donne" - 8 marzo

aperitivo giornata “Con le donne, per le donne” – 8 marzo

Annunci

Mix di cuori per aperitivo

I cuori erano stati preparati per l’aperitivo di San Valentino presso Spazio per Me ma ovviamente si possono realizzare in tutte le forme.
Qui le ricette delle due proposte, una piccante e l’altra delicata, entrambe sfiziose e di sicuro effetto!

Cuori “delle tre P”: peperoni, pomodori e pesteda*

Ingredienti
per la pasta sfoglia: 200 grammi di farina 00; 200 grammi di burro congelato a pezzetti; 70 grammi di acqua ghiacciata; 10 grammi di sale
per il condimento: peperoni in agrodolce q.b.; pomodori secchi sott’olio; pesteda*
Procedimento
per la pasta sfoglia:
versare nel boccale del Bimby farina, burro, sale e acqua fredda ed impastare per circa 30 secondi a velocità 5.
Togliere l’impasto dal boccale e stenderlo con il mattarello. Ripiegare la sfoglia in 3 pezzi, sovrapponendoli.
Girare l’impasto, ripiegarlo in due, stenderlo con il mattarello.
Ripetere nove volte.
Mettere la pasta in frigo a riposare per una mezz’oretta.
Stenderla e con un tagliabiscotti o un coppapasta creare la forma desiderata.

cuori di pasta sfoglia

cuori di pasta sfoglia

Condire ogni cuore con pezzettini di peperone in agrodolce, pezzettini di pomodori secchi sott’olio, un pizzico di pesteda.

Non mettere il sale!

*

Cuoricini senape & origano
Per la pasta sfoglia seguire la ricetta appena indicata.
Per il condimento, preparare una salsina tipo vinaigrette con senape naturale in grani q.b., zucchero di canna semolato q.b., un po’ di succo di lime. Spennellare con un pennello ogni cuore con la salsina. Cospargere di origano secco.

I cuoricini vanno cotti in forno, preferibilmente ventilato, già conditi, mezz’ora circa a 175°.

cuoricini in cottura in forno

cuoricini in cottura in forno

Ottimi caldi, sono buonissimi anche gustati freddi.

Buon appetito!

cuoricini "delle tre P" prima della cottura

cuoricini “delle tre P” prima della cottura

cuoricini senape & origano

cuoricini senape & origano

pronti da mangiare!

pronti da mangiare!

 

* pesteda: insaporitore tipico della cucina valtellinese. Ringrazierò sempre Denise che me l’ha fatto conoscere 🙂
Nel dizionario etimologico grosino viene definito pestèdapestatapicchiata.
Si tratta di un battuto di aglio, sale, pepe, foglie di achillea nana (girupina) e timo serpillo (peverel) utilizzato come condimento aromatico soprattutto per i piatti tipici della tradizione culinaria locale (si pensa sia il condimento “per eccellenza” dei pizzoccheri).
Le famiglie di Grosio continuano a preparare la pesteda secondo antichi metodi segreti, tramandati solo all’interno dei nuclei familiari. Pare anche che ogni famiglia abbia la propria ricetta, per cui il gusto può variare.
Si tratta alla fine di un mix di spezie, dai grosini chiamato “la pozione”, che oltre ad insaporire i cibi ha anche il potere di rinvigorire lo spirito ed il corpo… infatti una volta provata non se ne può più fare a meno!
L’achillea nana è tipica di queste zone così come il timo serpillo.
Qualcuno ci aggiunge bacche di ginepro, altri un po’ di brandy o la grappa, la ricetta “base” ha il vino valtellinese…
Addirittura per custodire questo sapore antico è stato fondato il comitato della pesteda grosina, che ha il compito di far conoscere “la pozione”.

Ma possiamo farla anche in casa!
Ingredienti:
aglio, sale grosso, pepe nero, qualche bacca di ginepro, achillea nana, timo, vino rosso scuro qualche cucchiaio.
Procedimento: inserire tutti gli ingredienti nel Bimby e frullare un minuto a velocità 6.
Si conserva in frigo in un barattolo di vetro.
Si può usare al posto del sale.

 

Polpette di lenticchie

Ed eccoci di nuovo, stavolta con le polpette di lenticchie, preparate sempre per l’aperitivo vegetariano a Spazio.

La ricetta mi è stata ispirata dal famoso piatto indiano (ma non solo) chiamato dahl. Il dahl è un piatto fondamentale della cucina indiana a base di lenticchie, e solitamente si accompagna al riso basmati, cotto e non condito.
Il dahl è ricco di spezie ma ogni ricetta è diversa dall’altra.
Sostanzialmente, le polpette di lenticchie sono una versione “polpetta” del dahl 😉

lenticchie e condimento nel boccale del Bimby

lenticchie e condimento nel boccale del Bimby

Ingredienti (per circa 10 polpette):
100 grammi di lenticchie rosse decorticate bio
una patata grande (o due/tre patate novelle)
mezza cipolla rossa (facoltativa) o erba cipollina
uno spicchio d’aglio (o aglio in polvere)
prezzemolo fresco (o congelato)
olio evo q.b. (facoltativo)
curry
semi di sesamo
foglie di menta fresca (preferibilmente, se no anche secca va bene)
zenzero (fresco o in polvere)
peperoncino
pangrattato q.b. o farina di riso

purea di lenticchie pronta con foglie di menta fresca

purea di lenticchie pronta con foglie di menta fresca

Procedimento: lavare le lenticchie e scolarle. Non hanno bisogno di ammollo in quanto decorticate.
Sbucciare e tritare l’aglio e la cipolla, poi farli soffriggere in poco olio evo; unire il curry, mescolare e insaporire.
Unire le lenticchie e le patate, insaporire con sale e peperoncino, aggiungere poco prezzemolo; versare un bicchiere riempito per tre quarti di acqua tiepida (se preferite con un po’ di dado vegetale homemade), e cuocere per 20/25 minuti circa.
Inserire nel boccale del Bimby lenticchie e patate, aggiungere lo zenzero, l’erba cipollina e le foglie di menta. Un minuto velocità 7. Se l’impasto fosse troppo liquido aggiungere mezzo cucchiaino di agar agar o un cucchiaio di pangrattato. Io ho utilizzato un pangrattato fatto con farina di riso, per cui senza glutine, ma con semi di lino e sesamo.
Formare delle palline, passarle nella farina di riso (un velo!) e distribuirle sulla leccarda coperta di carta da forno. Se piace, condire con un filo d’olio.
Cuocere in forno già caldo a 180°/200° per circa 20 minuti, girandole a metà cottura.

polpette pronte! ottime anche fredde ;-)

polpette pronte! ottime anche fredde 😉

Aperitivo vegetariano: le dips

Come anticipato nell’ultimo post, sabato 14 febbraio, san Valentino, La Cucina del Bosco ha gentilmente offerto l’aperitivo vegetariano presso Spazio per Me a Mariano Comense in occasione dell’inaugurazione dell’installazione d’arte “Cuore+Cuore”.

Per Vostra somma gioia e mia contentezza regalo le ricette – rigorosamente vegetariane, naturalmente! – di quanto preparato in questa occasione.

Cominciamo con le dips, ovvero le salse per accompagnare le crudités (carote a bastoncini, finocchi a fettine e pezzetti di sedano).

Salsa allo zola
Ingredienti: 200 grammi di gorgonzola (o Duetto), 100 grammi di mascarpone o due formaggini tipo Bel Paese, oppure un fuscello di ricotta fresca vaccina, se piace un po’ di parmigiano, un pizzico di pepe macinato, un pizzico di sale, fili di erba cipollina fresca o secca.
Procedimento: versare tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby o nel frullatore (o in una coppa e poi frullarli con il minipimer) e omogeneizzare fino a raggiungere la consistenza di una crema densa. Se troppo densa aggiungere un po’ di latte, se troppo liquida aggiungere un po’ di formaggino o ricotta. Decorare con fili di erba cipollina.

hummus di ceci in preparazione

hummus di ceci in preparazione

Hummus al peperoncino
Ingredienti: 3 cucchiai di salsa tahina, 250 grammi circa di ceci lessati, uno spicchio d’aglio, 2 cucchiai di olio evo, un cucchiaino di cumino, semi o polvere, un cucchiaino di coriandolo in polvere (facoltativo), un cucchiaio di prezzemolo tritato (fresco possibilmente, se no congelato o secco), peperoncino tritato q.b., il succo di un limone, un pizzico di pepe macinato, sale q.b., foglie di menta fresca.
Procedimento:
salsa tahina: ingredienti: 250 grammi di semi di sesamo, 130 grammi di olio di semi di girasole, mezzo cucchiaino di sale. Procedimento: tostare i semi di sesamo in una padella antiaderente per qualche minuto. Metterli nel boccale del Bimby 15 secondi velocità 10, fino ad ottenere una farina sottilissima. Aprire il boccale e spatolare la farina rimasta sui bordi del boccale. Versare l’olio e il sale, 4 minuti da velocità 1 a velocità 10.
Procedimento per lo hummus: mettere nel boccale, insieme alla salsa tahina, l’aglio, il cumino, il coriandolo, il prezzemolo e il peperoncino. Aggiungere i ceci: 5 minuti, antiorario, velocità 1, 100°. Aprire il boccale e spatolare la salsa rimasta sui bordi. Aggiungere il succo di limone, olio e sale e pepe, e frullare 1 minuto da velocità 6 a velocità 8 finché la salsa non è omogenea. Se fosse troppo secca, aggiungere un cucchiaio d’acqua tiepida o un cucchiaino d’olio di semi di girasole. Unire le foglie di menta fresca (a piacere) e frullare 50 secondi da velocità 6 a 8. Servire fredda.

Maionese al rafano
Ingredienti: un uovo e un tuorlo a temperatura ambiente, un cucchiaino di sale, 300 grammi di olio di semi di girasole, il succo di un limone, polvere di radice di rafano.
Procedimento: versare nel boccale l’uovo e il tuorlo, il sale e il succo del limone, la polvere di radice di rafano (due cucchiaini per un gusto mild, quattro per un gusto forte): 30 secondi velocità 3.
Togliere il misurino, impostare la modalità bilancia e porre sul coperchio una brocca di plastica e pesare 300 grammi di olio di semi di girasole.
Togliere la brocca, rimettere il misurino capovolto, impostare un minuto velocità 3, e pian piano versare sul coperchio l’olio dalla brocca. Per amalgamare, 10 secondi velocità 6.

Variante I: ingredienti: un vasetto di yogurt greco (Total 0, circa 130 grammi), un tuorlo d’uovo, succo di mezzo limone, un cucchiaio d’olio di semi di girasole, sale q.b., polvere di rafano.
Procedimento: inserire la farfalla nel boccale e versare tutti gli ingredienti. Frullare per 20 secondi velocità 4.

Variante II senza uova: ingredienti: 200 grammi di latte di soia, mezzo cucchiaino di curcuma o un pizzico di zafferano in polvere, 25 grammi di aceto di mele, un pizzico di sale, 300 grammi di olio di girasole, polvere di rafano.
Procedimento: versare il latte, la curcuma (o lo zafferano), l’aceto, il pizzico di sale, la polvere di rafano nel boccale. Versare l’olio a filo sul coperchio con il misurino capovolto e farlo scendere piano, per 50 secondi a velocità 7.

Cuore+Cuore

Spazio per Me

Spazio per Me

Cari amici e followers, che ringrazio perché sulla pagina Facebook de La Cucina del Bosco siete già numerosissimi, come preannunciato appunto nell’ultimo post ci sono grandi novità!

Domani venerdì 14 febbraio, San Valentino, festa tanto bistrattata negli ultimi anni, a Spazio per Me in via Montebello a Mariano Comense (Como) si terrà l’inaugurazione di Cuore+Cuore, una mostra o meglio un’installazione artistica a cui sono stati chiamati a partecipare tutti gli artigiani di Spazio.
Si tratta di un’occasione irripetibile per ammirare la bravura di tutti gli artigiani che gravitano intorno al centro e in occasione dell’installazione ogni ospite potrà portare con sé un cuore e poi ringraziare l’artigiano che l’ha creato.
Una bellissima iniziativa ancora una volta di Leila Mariani, anima e ideatrice di Spazio, e sostenitrice delle donne e della creatività.

La Cucina del Bosco è orgogliosa di comunicare che si occuperà del catering vegetariano per l’occasione, dalle 18:00 in poi.

Il menù sarà semplice ma d’effetto e ciò che conta è che sarà assolutamente vegetariano e completamente fatto a mano, dalle bevande agli stuzzichini ai dolci.

Pian pianino nei prossimi giorni posterò le ricette dei singoli “piatti” ovvero snack, tortine, succhi, centrifugati, dolci.

Anticipo soltanto che si tratterà di un mix tra ispirazioni mediorientali e con una chiara impronta scandinava ma senza l’ombra di carne. Quindi perfetto e leggero!

Per maggiori informazioni e dettagli lacucinadelbosco@gmail.com

Buon appetito e a presto con le ricette, i consigli, le foto!

Eleanor